L'Associazione Gazzara di Caltavuturo partecipa al Danoje Festival di Gangneung

L'Ufficio Euromed dell'ICCN riconosce il valore decisivo del Patrimonio Immateriale come veicolo di dialogo e confronto tra i Popoli e le Culture, esaltandone la capacità di valorizzare la coesione civile e di promuovere le relazioni internazionali in un quadro di rispetto della dignità e dei diritti fondamentali di ogni persona.

Questo il preambolo del Protocollo di Intesa siglato con l'Associazione la Gazzara a Caltavuturo, il 20 maggio nel corso della giornata di presentazione della partecipazione del gruppo di danze e balli popolari madonita al Danoje Festival, che si terrà a Gangneung, Corea del Sud e Città sede del Segretariato Generale dell'ICCN, dal 27 maggio al 3 giugno 2017.

Il Danoje Festival è stato inserito nella lista dei Patrimoni Immateriali dell'Umanità UNESCO nel 2008. Il Festival comprende un rito sciamanico sulla sommità del Daegwallyeong, che rende omaggio alla divinità della montagna e ai numi tutelari maschili e femminili. Il Danoje festival abbraccia la musica tradizionale e le canzoni popolari Odokddegi, la maschera dramma Gwanno, la poesia narrativa orale, e vari passatempi popolari. Il mercato Nanjang, il più grande mercato all'aperto della Corea, è oggi il principale elemento di attrazione del Festival, dove i prodotti locali e l’artigianato sono venduti e dove si svolgono concorsi, giochi e spettacoli circensi. La celebrazione dura 4 settimane e prende il via con la produzione di un liquore sacro e con i rituali sciamanici di Dano, all’interno dei quali un ruolo centrale è giocato dall'albero sacro, il Sinmok, e dal Hwagae, oggetto rituale costruito di piume, campanelli e legno di bambù. Una delle caratteristiche che rende particolare la festa è la coesistenza di rituali confuciani, sciamanici e buddisti.

All'edizione 2017 parteciperanno Gruppi Tradizionali in rappresentanza della Lettonia, Thailandia, Malesia, oltre che dell'Italia, appunto rappresentata dalla Gazzara di Caltavuturo

L’Associazione Gruppo Folk “Gazzara è stata fondata nel 1988 per volontà di un gruppo di appassionati, cultori delle tradizioni popolari con lo scopo di ricercare, preservare e tramandare il patrimonio folklorico e culturale delle Madonie in particolare e della regione Sicilia in generale, è una realtà fiorente che opera nel centro madonita di Caltavuturo e che nasce con la missione di divulgare canti, danze e musiche tradizionali in Italia e all’Estero.

Il gruppo, formato da studenti e lavoratori, che esprime attraverso rappresentazioni sceniche, gioie, dolori e amori del popolo siciliano, ha la ferma intenzione di rivalutare quanto è rimasto della antica cultura tradizionale e popolare.

Testimonial del folklore siciliano, in ambito nazionale ed internazionale, nello specifico, propone, all'attenzione di cultori, appassionati, turisti e spettatori, il tradizionale “Ballo della Cordella”, danza di ringraziamento per l'abbondanza del grano, la “sciatamarra”, peculiarità caltavuturese, lo “scot's”, danza d'origine francese, e balli a tempo di tarantella del patrimonio regionale